Parcheggio domini

Una necessità odierna è quella di registrare il (o i) nome di dominio che si intende utilizzare aziendalmente, anche per evitare che altri (magari la concorrenza) lo facciano prima di noi.
Esistono diversi servizi online che fanno ciò, ed ovviamente anche il mio studio si occupa di questo aspetto, con alcuni servizi aggiuntivi:

  • analisi del nome dominio da registrare, in accordo con il cliente.
  • analisi delle alternative più efficaci, nel caso il dominio prescelto sia già registrato
  • svolgimento pratiche di registrazione/rinnovo senza costi aggiuntivi oltre il costo del servizio stesso
  • courtesy page con indicati ragione sociale, indirizzo, recapiti telefonici e form di contatto
  • redirect verso casella di posta esistente, o creazione di nuova casella di posta elettronica

Il dominio/i così “parcheggiato” risulterà poi già predisposto per tutti i nuovi servizi che si vorranno attivare (sito web, mailing list, e-commerce, ecc)

Pubblicato in Servizi

ISPConfig 3.0: installazione

Schermata da 2014-11-08 18:12:06

Uno dei migliori sistemi per gestire server web in circolazione è, a mio personalissimo gusto, ISPConfig 3.0.
Piuttosto semplice da usare, alle volte crea qualche difficoltà quando lo si installa su un server con alcuni servizi pre-installati. È per questo motivo che solitamente preferisco fare un’installazione minimale, su cui poi “tiro su” i servizi che servono – e solo quelli.

In rete ci sono ottime guide su come configurare un server, ma qui riporterò una mini-guida rivolta essenzialmente a creare:

  • un server LAMP basato su Ubuntu 14.04 LTS 64 bit con:
    1. server di posta elettronica
    2. mailman per gestire una o più liste (mailing list)
    3. apache2 come server web
    4. mySQL come motore di database
    5. ovviamente spamassassin, clamav, ecc. ecc.
    6. i DNS con bind
    7. il server ftp
    8. il tutto usando connessioni sicure
  • ISPConfig 3.0 per gestire i siti web, gli utenti ftp, i database, le caselle di posta, le liste, ecc. ecc.

Leggi altro ›

Pubblicato in Guide, Software

Autenticazione senza password su server remoto (con SSH)

Schermata da 2014-11-07 18:13:54

Un problema che si pone quando si vogliono automatizzare comandi, è quello dell’autenticazione.
Caso concreto: devo sincronizzare una cartella remota con una locale, via rsync. Ho preparato lo script, l’ho inserito in crontab. Ecco però che sorge il problema: quando cron chiama il job, viene richiesta la password per l’utente, dunque l’esecuzione si interrompe.
Come fare per risolvere il problema? Nessuna paura, SSH ci viene incontro, con la possibilità di autenticarci tramite una coppia di chiavi pubblica/privata.

Per prima cosa occorre creare la propria chiave:

ssh-keygen -t rsa

comparirà una schermata tipo questa:Schermata da 2014-11-07 18:13:54

Leggi altro ›

Pubblicato in Guide, Software

Assistenza Remota

Scaricate il client di assistenza remota:
Assistenza Boschetti


Guida post installazione Ubuntu

Leggi articoli su: